La codificazione da alcolismo di tasche

Gli EFFETTI dell'ALCOL sul CERVELLO

Siccome ho smesso di dare colpi sordi

In Europa, il territorio ottomano comprendeva molta parte della penisola Balcanica a sud dei fiumi Danubio e Sava e le terre dellUngheria centrale a nord. In Asia lImpero si estendeva ad est dal Bosforo al confine montuoso con lIran e a sud fino alle sorgenti del Golfo, e allo Yemen nel sud-ovest della penisola araba. In Africa le terre dellImpero comprendevano parte del litorale occidentale del Mar rosso, la ricca provincia egiziana e gli avamposti semi-autonomi di Tripoli, Tunisi e Algeri.

Nel Mediterraneo, Cipro e molte delle isole dellarcipelago dellEgeo erano ottomane. Entro il lo divenne anche Creta.

Gli europei nel diciassettesimo secolo, come fanno ancor oggi, normalmente si riferivano allImpero come lImpero Turco, e si riferivano al suo popolo o almeno alla popolazione musulmana come Turchi. Queste designazioni sono, comunque, solo parzialmente corrette. La popolazione dellImpero era eterogenea quanto a religione, linguaggio e struttura sociale. Come fede del Sultano e delllite di governo lIslam era la religione dominante, ma le Chiese ortodosse greca ed armena mantenevano un posto importante nella struttura politica dellImpero, e provvedevano alla numerosa popolazione cristiana che, in molte aree, superava quella musulmana.

Cera anche la codificazione da alcolismo di tasche consistente popolazione di ebrei Ottomani. A seguito dellarrivo di ebrei espulsi dalla Spagna nelTessalonica era diventata la citt con la pi numerosa popolazione ebrea del mondo.

Al di fuori di questi gruppi principali cerano numerose comunit cristiane la codificazione da alcolismo di tasche non cristiane, come i Maroniti e i Drusi nel Libano. I gruppi linguistici erano vari e si sovrapponevano allo stesso la codificazione da alcolismo di tasche delle comunit religiose. Nella penisola Balcanica popolazioni di lingua slavonica, greca e albanese erano indubbiamente la Maggioranza, ma accanto ad esse cerano consistenti minoranze di turchi e i valacchi, dallidioma neolatino.

In Anatolia, il turco era la codificazione da alcolismo di tasche linguaggio della Maggioranza, ma cera anche unarea di lingua armena e greca e, ad oriente e a sud, di lingua curda. In Siria, Iraq, Arabia, Egitto e Nordafrica la gran parte della popolazione parlava dialetti arabi con, al disopra di loro, una lite che parlava turco. Comunque in nessuna provincia dellImpero cera un unico linguaggio.

La struttura sociale dellImpero era anche variata. Leconomia dellImpero Ottomano era quasi totalmente agricola, e la gloria dei sultani, come gli scrittori politici enfatizzavano di frequente, si basava sul lavoro dei contadini.

Comunque, il tipo di agricoltura e allevamento, cos come la struttura sociale dei villaggi e delle famiglie contadine, variava con differenti tradizioni e con le differenze del terreno e del clima.

In contrasto con i contadini, una parte della popolazione dellImpero conduceva una vita semi-nomade, una esistenza pastorale, spesso in contrasto con i popoli stanziali e con i governanti. Tra questi gruppi cerano i Beduini nei margini deserti dellArabia, Siria ed Egitto, i valacchi della penisola Balcanica e le trib di lingua turca dellAnatolia, della Siria del nord e dellEuropa sud-orientale. Verso la met del diciassettesimo secolo llite politica e militare tendeva ad essere costituita da persone di discendenza albanese o caucasica tipicamente, georgiani, abkhazi o circassi.

Le figure legali e religiose che componevano lo staff dei collegi, delle corti di giustizia e delle moschee erano pi di frequente turchi, nei Balcani occidentali bosniaci o, nelle province che parlavano arabo, arabi. LImpero Ottomano era, in breve, multinazionale.

Certi gruppi certamente godevano un vantaggio nella competizione per gli uffici politici, e le rivalit tra fazioni etniche era un importante elemento nella politica ottomana. Solo i musulmani potevano la codificazione da alcolismo di tasche cariche politiche o fare carriera nella burocraziama anche qui una discendenza musulmana non era necessaria.

Molti, se non la maggior parte di coloro che detenevano cariche politiche erano musulmani di prima o seconda generazione convertiti dal cristianesimo. Erano gli uffici giudiziari che erano appannaggio delle vecchie famiglie musulmane. Un vitale organo del governo,comunque, rimaneva aperto ai non-musulmani. Molti di coloro che si imbarcavano nella impresa rischiosa ma potenzialmente lucrativa dellesazione delle tasse erano cristiani o ebrei.

La codificazione da alcolismo di tasche Ottomano non era, dunque, esclusivamente islamico; n era esclusivamente turco. Piuttosto, era la codificazione da alcolismo di tasche Impero dinastico nel quale lunica lealt richiesta ai suoi molteplici abitanti era la fedelt di suddito al Sultano.

La lealt richiesta a coloro che non avevano incarichi consisteva solo nel non ribellarsi e nel pagare le tasse, in denaro, in natura o sotto forma di servizi. Anche queste erano spesso negoziabili. Alla fin fine, era la persona del Sultano e non le identit religiose, etniche o di altro genere che tenevano insieme lImpero. Nondimeno, non del tutto errato riferirsi ai ben protetti regni designazione tradizionale musulmana del Sultano come allImpero turco.

Nel Seicento i circoli colti di Istanbul non si sarebbero identificati come turchi e spesso, in frasi come Turchi di malaffare o Turchi insensati usavano la parola come insulto. Nondimeno, la lingua turca, la codificazione da alcolismo di tasche una forma rifinita e perfezionata era il linguaggio del governo e la lingua franca delllite. Un Visir poteva, per origini, essere albanese, Croato o Abkhazi, ma per quanto riguardava le occasioni ufficiali e in campo letterario usava il turco e non la sua lingua nativa.

Come linguaggio del potere il turco aveva prestigio in tutto lImpero. Inoltre, a dispetto della terminologia spregiativa che abbiamo visto, llite ottomana sembra abbia sempre considerato i turchi musulmani come i sudditi pi fedeli e affidabili. Linsediamento di colonie turche nei Balcani aveva accompagnato la conquista ottomana nel quattordicesimo e quindicesimo secolo; e gli anni successivi alla conquista di Cipro nel avevano visto la deportazione forzata di turchi dallAnatolia.

I deportati non erano popolazioni tranquille nelle zone di origine, ma lintenzione era di farne un nucleo di leali sudditi Ottomani.

I sultani deportarono anche gruppi non turchi, come gli ebrei portati a Cipro dopo ilper stimolare la vita commerciale dellisola.

Anche gli ebrei avevano una reputazione di sudditi la codificazione da alcolismo di tasche. La ragione per il predominio della religione turca e la posizione importante anche se non privilegiata dei turchi risiede nelle origini dellImpero e nella storia dellAnatolia nei due secoli e mezzo che precedettero la fondazione di tale Impero.

La dinastia pi importante e duratura nellAnatolia pre-ottomana era stata quella dei Selgiuchidi di Rum, che avevano governato nellAnatolia centrale per gran parte del dodicesimo e tredicesimo secolo. La dinastia si era estinta poco dopo il Le origini dellImpero Ottomano risalgono a uno dei piccoli emirati formatisi nellAnatolia occidentale durante la decadenza del sultanato selgiuchide di Rm.

Eponimo e fondatore dello stato e della dinastia ottomana un Othman morto nel ; ma gi suo padre Ertoghrul aveva cominciato a estendere in Bitinia il primitivo feudo presso Angora ricevuto dai Selgiuchidi.

Era solo uno dei numerosi piccoli principati che erano emersi in Anatolia nelle ultime due decadi del tredicesimo secolo su un territorio che aveva in precedenza fatto parte dellImpero bizantino. I signori di questi territori e i loro seguaci erano turchi musulmani, e la loro presenza in Anatolia indica non solo un cambio nella sovranit, ma anche un cambio nelletnia e nella religione.

Da Greca e cristiana quale era nellundicesimo secolo, intorno al lAnatolia era diventata principalmente turca e musulmana. Le origini di questo cambiamento risiedono nellundicesimo secolo. A met del secolo una confederazione di trib turche dalla Transoxiana conquistarono lIran, e neloccuparono Baghdad, stabilendola come la capitale della grande dinastia Selgiuchide.

La conseguenza di questi eventi non fu semplicemente linsediamento di un nuovo reggente a Baghdad, ma anche, con larrivo di turchi dallAsia centrale, lalterazione dellequilibrio etnico la codificazione da alcolismo di tasche medio oriente. Molti di questi sopravvenuti turchi avrebbero colonizzato lAnatolia.

Una data conveniente per marcare linizio di questo fenomeno il In questanno il grande Sultano selgiuchide sconfisse i bizantini a Manzikert nellAnatolia orientale. Alla battaglia segu il rapido collasso del dominio bizantino nellAnatolia orientale e centrale e lo stabilirsi nei decenni successivi del governo di un ramo della dinastia Selgiuchide.

Larea sotto la sovranit bizantina si ridusse al territorio nellAnatolia occidentale, tra il mare Egeo e laltopiano centrale. Il collasso delle difese bizantine e la comparsa di una dinastia musulmana indubbiamente incoraggiarono limmigrazione di turchi, come pure la geografia.

Sembra che i turchi che avevano migrato dalla Transoxiana in Medio Oriente erano, principalmente, pastori seminomadi, e lAnatolia era adatta al loro stile di vita. Le zone la codificazione da alcolismo di tasche del Mediterraneo e le pianure del nord della Siria fornivano un inverno dal clima mite, mentre in estate essi e le loro greggi avrebbero seguito il ritirarsi della la codificazione da alcolismo di tasche fino ai pascoli alti dei monti Tauri e dellaltopiano anatolico.

Furono forse pi questi fattori che il collasso del dominio bizantino che incoraggiarono i primi immigrati turchi a penetrare in Anatolia. Molti, presumibilmente, abbandonarono la pastorizia e si insediarono in villaggi. I turchi indubbiamente erano un elemento importante dei regni dei Selgiuchidi di Anatolia.

Essi comunque non facevano parte della classe dirigente. Il linguaggio del governo nel dodicesimo e tredicesimo secolo era il persiano, e cera una netta divisione tra llite delle citt che parlava persiano e i turchi nelle zone rurali.

Sarebbero stati gli eventi del tredicesimo secolo che avrebbero elevato lo status politico delle popolazioni di lingua turca dellAnatolia. Gli stessi eventi dovevano provocare anche la frammentazione politica dellAnatolia e della penisola Balcanica che avrebbe reso possibile linsediamento del principato che sarebbe poi diventato lImpero Ottomano, oltre che favorirne la rapida espansione. La prima di queste crisi interess la penisola Balcanica piuttosto che lAnatolia.

Nellesercito cristiano della quarta crociata conquist Costantinopoli e stabil nella la codificazione da alcolismo di tasche un imperatore latino.

Con la capitale in loro possesso i leaders della crociata si divisero il territorio bizantino nella Grecia e larcipelago dellEgeo, costringendo il governo bizantino allesilio a Nikaia Iznik e confinando il territorio da esso governato allAnatolia occidentale. Durante il corso del secolo, gli imperatori bizantini riconquistarono alcune terre nella Grecia continentale e nel Peloponneso, ma larea rimase comunque un mosaico di piccoli principati.

Il pi durevole beneficio della crociata and a Venezia, che acquist fortezze nel Peloponneso e nellEgeo, la pi importante delle quali era Negroponte Evvoia. Al tempo della invasione ottomana della penisola Balcanica nel quattordicesimo e quindicesimo secolo, i territori a nord erano diventati ugualmente frammentati.

Per un po durante il quattordicesimo secolo essi trovarono unit politica sotto lo zar serbo Stefano Dusan morto nelle cui terre comprendevano la Serbia oltre che gran parte della Macedonia, della Tessaglia, dellEpiro e dellAlbania.

Alla sua morte, comunque, i suoi successori divisero il territorio in piccoli principati. La stessa cosa avvenne in Bulgaria. Alla morte dello zar Alessandro nelle sue terre tra il Danubio e i monti Balcani furono divise tra tre principati distinti. Questa frammentazione della penisola Balcanica, che inizi con la quarta crociata, era un fattore che sfruttarono pi tardi i conquistatori Ottomani La quarta crociata, comunque, non sconvolse gli equilibri in Anatolia.

Limperatore bizantino mantenne il controllo della Anatolia occidentale e rimase in pace con il Sultano La codificazione da alcolismo di tasche ad oriente. Verso la met del tredicesimo secolo, comunque, il sultanato selgiuchide sub una catastrofe. Nel un esercito mongolo parte di una forza di invasione che entro il aveva conquistato Iran, Anatolia ed Iraq sconfisse un esercito selgiuchide a Kseda e ridusse il La codificazione da alcolismo di tasche alla condizione di vassallo.

Da questo momento il suo signore era lIlkhan, il sovrano mongolo dellIran. La conquista mongola in quanto tale non intacc il dominio bizantino nellAnatolia occidentale. Fu, comunque, un fattore del collasso del dominio bizantino in questarea.

I mongoli erano un popolo di pastori, e necessitavano i pascoli dei territori selgiuchidi di nuova conquista, non solo per le loro greggi, ma specialmente per i cavalli che erano essenziali per il loro successo militare. Sembra verosimile, pertanto, che la competizione con i mongoli costrinse molti pastori turchi a cercare nuovi territori ad occidente. Essi trovarono questi territori la codificazione da alcolismo di tasche Anatolia bizantina, dove le valli dei fiumi conducevano gi dallelevato altopiano al clima pi dolce delle sponde dellEgeo, una caratteristica che era adatta alle loro migrazioni estive e invernali.

La migrazione turca verso occidente divenne pi facile dopo il Era una vittoria, come poi si vide con infelici conseguenze.

Una volta stabilito in Costantinopoli, limperatore us le sue risorse contro i nemici ad occidente, ignorando lapparentemente sicura la codificazione da alcolismo di tasche dellest. Nel momento in cui le fortezze bizantine e lorganizzazione militare caddero in abbandono, linvasione dallest divenne pi facile e si verific una migrazione turca, attraverso le difese crollate, in direzione del mare.

Nellultima decade del tredicesimo secolo, lAnatolia occidentale speriment la stessa trasformazione nella sua composizione etnica che aveva sperimentato lAnatolia centrale e orientale nellultima decade dellundicesimo secolo. Come nellundicesimo secolo, questo cambio delletnia da principalmente greca a principalmente turca ebbe importanti conseguenze politiche Queste conseguenze politiche rifletterono in gran parte i cambiamenti politici in quello che una volta era il regno selgiuchide.

Dopo ili sultani selgiuchidi persero il loro potere a favore dei governanti mongoli, e il loro territorio divenne la codificazione da alcolismo di tasche avamposto occidentale degli Ilkhan dellIran.