Lalcolismo in una famiglia firma

Quando l'ALCOLISMO è un tentativo MALATO di AUTOMEDICAZIONE

Il delirium tremens è ununità phraseological

Altroconsumo: via Valassina 22, Milano - Poste Italiane s. Alla prova i nuovi termometri senza mercurio: i prezzi variano da 8 a 50 euro. Abbiamo scoperto che il migliore tra i meno cari. E oggi gli Italiani non sono pi tutti uguali.

Sul mercato ce ne sono di lalcolismo in una famiglia firma tipi e prezzi: tradizionali, a infrarossi, digitali Abbiamo verificato la loro affidabilit e precisione. Ma il laboratorio dice una cosa diversa: che grassi e zuccheri sono sempre troppi.

Ma gli studi non ne confermano la necessit. Tanto pi che un uso inappropriato potrebbe comportare problemi. Tumore al seno: quali screening? Lindipendenza totale: nanziaria, politica e ideologica, a garanzia della obiettivit dei giudizi, dei consigli, delle prese di posizione. Ai test lalcolismo in una famiglia firma alle inchieste lavorano tecnici qualicati e specialisti di settore ingegneri, alimentaristi, medici, farmacisti, giuristi, analisti nanziari, giornalisti Per questo oriamo servizi di consulenza individuale ai nostri associati e, in forma diretta, concreta e adeguata, portiamo la voce e le istanze dei consumatori presso tutti gli interlocutori istituzionali e sociali.

Supplemento di Altroconsumo, mensile dellomonima associazione, i cui obiettivi sono informazione, difesa e rappresentanza dei consumatori. Il costo della salute cambia enormemente tra le diverse regioni italiane.

Certo che no, la risposta logica. Eppure ci che avviene. La vicenda grave ed venuta alla ribalta grazie alla determinazione di un padre che, perso un glio per sospetti eetti psichiatrici del farmaco, invocava giustizia per s e trasparenza per tutti.

Ma non un caso isolato, perch lo stesso problema riguarda qualunque medicina in commercio. Ogni anno sono circa mila i cittadini europei che muoiono a causa di gravi reazioni avverse. Lagenzia europea del farmaco Ema sostiene di non poter pubblicare tutti i lalcolismo in una famiglia firma sulle reazioni indesiderate per ragioni di segretezza e di protezione di dati industriali, dimostrando di dare pi importanza a interessi commerciali che alla salute dei cittadini.

Ma un conto il segreto sulle modalit di lalcolismo in una famiglia firma di un farmaco, per cui lazienda investe in ricerca e gode della protezione del brevetto.

Altra cosa tenere segreti i dati sugli eetti indesiderati, anche se non ancora denitivi, perch va contro diritti fondamentali, come la salute e il rispetto della Dobbiamo conoscere dignit. Diversa stata la scelta i dati sugli eetti della Food and Drug Administraindesiderati dei farmaci tion, che sullisotretinoina ha sposato la linea della trasparenza, informando pazienti e medici del sospetto legame tra farmaco e disturbi della psiche. Perch, in attesa di dati denitivi, lattenzione resti alta.

Un comportamento con molte ricadute positive: una maggiore appropriatezza nella prescrizione; una pi alta vigilanza durante la terapia da parte dei medici e uninformazione pi completa e corretta ai pazienti, che possono fare attenzione ai possibili eetti collaterali e segnalarli.

Un contributo importante, quello dei pazienti: gli eetti elencati nel foglietto illustrativo, infatti, si basano sugli studi precedenti allimmissione in commercio del farmaco. Quando questo comincia a essere utilizzato da migliaia di persone emergono nuovi dati, che importantissimo raccogliere e poter comunicare. Grazie alla nuova direttiva Ue sulla farmacovigilanza, i cittadini potranno segnalare direttamente alle autorit competenti gli eetti indesiderati.

Una possibilit che in Italia gi esiste, ma sconosciuta ai pi: chiediamo che sia promossa con campagne informative e facilitata lalcolismo in una famiglia firma strumenti adeguati. Sono i cittadini a usare i farmaci: pi dati si raccolgono e si condividono, pi la salute sar tutelata. Pi verdi si pu diventare Se le grandi scelte e linnovazione tecnologica hanno la loro importanza, anche i cittadini possono giocare una parte cruciale nella riduzione dei gas inquinanti. Modificare i nostri consumi e pi in generale il nostro stile di vita per ridurre linquinamento possibile, con risultati maggiori di quanto si immagina.

Per calcolarlo, i ricercatori si sono riferiti al paniere di beni e servizi necessario a una famiglia inglese media per godere di uno stile di vita soddisfacente, vale a dire superiore allavere cibo e un tetto, ma che includesse anche attivit sociali e altri beni.

Allinterno di questo insieme, i ricercatori hanno valutato tutto quanto poteva essere ridotto o eliminato: dalluso dellautomobile, al consumo di elettricit, gas e altri combustibili grazie a un miglior isolamento della casa ai beni non realmente necessari, ma acquistati e non utilizzati. Tutte le emissioni risparmiate grazie a questa riduzione ragionata dei consumi farebbero rientrare la Gran Bretagna nei limiti richiesti dal protocollo di Kyoto, concludono gli scienziati.

Fonte: Science for Environment Policy, lalcolismo in una famiglia firma Leggere di salute: vera informazione? Di insostenibile leggerezza. Si sono ispirati al titolo del pi celebre romanzo di Milan Kundera per definire lalcolismo in una famiglia firma sulla salute data dai giornali in Italia.

Sono queste infatti le conclusioni di un gruppo di ricercatori italiani larticolo, in inglese, si pu leggere sulla rivista online PLoS ONE, sul numero del 24 marzoche hanno raccolto articoli pubblicati su 41 quotidiani tra il 25 e il 31 maggio e 41 settimanali dal 1 al 7 giugno lalcolismo in una famiglia firma, tra quelli a maggior tiratura nel nostro Paese.

I ricercatori si sono focalizzati in particolare sugli articoli che mostravano lintenzione precisa di ampliare le conoscenze dei lettori sulla salute, dando alle notizie un taglio scientifico. Sono rimasti esclusi quindi, per esempio, consigli di benessere, recensioni di libri, risposte ai lettori.

Il giudizio che emerge sulla qualit degli articoli decisamente deludente. Per la valutazione, i ricercatori si sono basati su studi e linee guida esistenti, e tre medici diversi hanno dato a ogni articolo un giudizio su una serie di aspetti: quello che dicono a proposito dei benefci, dei costi, dei rischi, se citano la fonte dellinformazione, se dichiarano eventuali conflitti di interesse per esempio il ricercatore intervistato su un determinato farmaco ha ricevuto finanziamenti dalla ditta che produce il medicinalelalcolismo in una famiglia firma se le informazioni sono equilbrate e non esagerate, eclatanti, addirittura false.

Sbilanciati a favore dei benefci Male, su tutti i fronti. Quando si parla di un farmaco o di un trattamento, i rischi sono taciuti o sottovalutati solo 6 articoli sui 49 che presentavano nuovi farmaci o trattamenti li citavano. Lefficacia al contrario sopravvalutata, quasi mai presentata in termini relativi, cio in confronto a qualcosaltro. Molto esaltate le novit: in 22 casi su 49 sono emerse informazioni esagerate o scorrette.

Si tace anche sui costi e non vengono dichiarati i conflitti di interesse eppure i ricercatori ne lalcolismo in una famiglia firma trovati, ben in 15 casi. Uno studio consiglia di seguire una dieta ricca di frutta e verdura, cereali, legumi, olio di oliva: proteggerebbe dal rischio del pi temuto tumore femminile.

Non una novit, ma unulteriore, importante conferma di quanto da tempo gli studi mostrano: la dieta convenzionalmente chiamata dieta mediterranea unalleata della nostra salute. Anche se i dati non sono ancora certi, potrebbe anche proteggere dal tumore al seno.

Con dieta mediterranea non si intende per tanto come si consuma oggi nei Paesi che si aacciano su questo mare, visto che, con il tempo, le abitudini alimentari si sono parecchio allontanate dagli usi tradizionali.

Si denisce mediterranea una dieta ricca di verdure fresche e frutta, di cereali grano, riso, orzo Non si tratta per soltanto di aggiungere alla dieta questi salutari alimenti, ma di ridurne altri: la dieta mediterranea si caratterizza anche per un basso apporto di grassi di origine animale burrodi carne e derivati salumi inclusie un moderato ricorso a latte e derivati.

Servono ulteriori studi per confermare questo dato, comunque promettente. Lassenza di relazioni sociali potrebbe essere un fattore di rischio per la nostra salute, pi importante di quanto si pensi. Uno studio ha passato in rassegna la letteratura esistente, cercando di quantificare quanto le relazioni sociali, lalcolismo in una famiglia firma un punto di vista quantitativo e qualitativo, hanno effetto sulla nostra salute.

Due sono i meccanismi principali attraverso cui questo pu avvenire: sia il supporto al singolo contro lo stress con solidariet, sostegno emotivo, aiuto concretosia inducendo comportamenti pi sani fare sport in compagnia, uscire insieme, mangiare regolarmente pasti curati Negli studi esaminati le relazioni vengono misurate sia quantificando il grado di integrazione di un soggetto in una rete sociale, sia i suoi sentimenti riguardo alle relazioni e lalcolismo in una famiglia firma supporto che riceve.

Il risultato? Avere forti relazioni sociali comporta un aumento della speranza di vita fino al doppio. Se le regioni aumentano i prezzi la differenza resta a carico loro. Regione che vai, tariffa lalcolismo in una famiglia firma trovi. Esami, visite specialistiche, terapie: quello delle prestazioni sanitarie un borsino che fa registrare quotazioni molto oscillanti. Cos il prezzo della salute finisce per essere diverso a seconda della regione in cui si vive, con buona pace dellequit.

Qualche esempio? Gli abitanti del Veneto che si rivolgono al Servizio sanitario nazionale per una radiografia al polso e alla mano spendono poco pi di 28 euro, ma basta spostarsi di qualche chilometro e raggiungere la confinante Emilia Romagna per scoprire che l l'esame costa la met.

Ma la prestazione che fa registrare le differenze pi iperboliche, che arrivano a superare il 1. Nella fiera delle sanit gli esempi possono moltiplicarsi per duemila: tante sono poco pi, poco meno le prestazioni ambulatoriali contemplate nellelenco definito nomenclatore tariffario di ciascuna lalcolismo in una famiglia firma e delle due province autonome di Trento e Bolzano.

Sono gli effetti del federalismo sanitario. I tariffari delle regioni al setaccio Lo scopo dell'inchiesta di confrontare le tariffe lalcolismo in una famiglia firma dalle regioni per le singole prestazioni ambulatoriali erogate sia dalle strutture pubbliche sia da quelle private convenzionate. Abbiamo considerato le prestazioni esami diagnostici, esami di laboratorio e terapie tra le pi frequentemente erogate.

Si tratta di prestazioni comprese nei Lea, livelli essenziali di assistenza, e quindi comuni a tutte le lalcolismo in una famiglia firma.

Per questo i dati sono tutti comparabili ed possibile evidenziare le differenze sia per quel che riguarda il costo della prestazione sia per quel che concerne la quota a carico del cittadino. Gli indici, elaborati per il confronto, tengono conto anche dei volumi delle prestazioni.

Come fonte utilizziamo direttamente i tariffari regionali che vengono raccolti dallAgenas Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. La confusione totale: ciascuna regione ha le sue tariffe, il suo importo massimo per ricetta e le sue esenzioni. Differenze anche tra i ticket Il cittadino partecipa alla spesa sanitaria pagando il ticket.

Paga per intero le prestazioni che hanno tariffe inferiori al tetto massimo, mentre se il prezzo superiore non paga la parte che eccede. Le regioni sono abbastanza allineate sul ticket: 36,15 euro. Le regioni Lazio e Molise a questi 36,15 euro aggiungono 15 euro se la ricetta include tac e risonanza magnetica, 5 euro se c' la fisioterapia e 4 euro per tutte le altre prestazioni e per i cosiddetti "pacchetti ambulatoriali complessi".

La Campania, invece, pu applicare fino a 50 euro per i pacchetti ambulatoriali. L'importo massimo del ticket in Sardegna di 46,15 euro, mentre in Calabria di 45 euro.

Libere di decidere Come mai, a fronte di prestazioni che perlopi prevedono lalcolismo in una famiglia firma e prassi del tutto paragonabili stiamo infatti parlando di prestazioni ambulatoriali, che avvengono senza ricovero del paziente le tariffe sono cos difformi? Semplice, le regioni hanno facolt di stabilire le tariffe che vogliono, a volte negoziandole con le strutture private convenzionate. Logica vuole che da queste contrattazioni le regioni riescano a spuntare i prezzi pi bassi possibili.

Le pi abili spendono meno. In caso contrario finiscono per rimetterci i bilanci pubblici e le lalcolismo in una famiglia firma dei cittadini. Il perch si spiega presto: il Servizio sanitario nazionale per ogni prestazione riconosce alle regioni non lintero costo, ma la tariffa massimastabilita con il decreto del ministero della Sanit del 22 luglio Se la somma che le regioni riconoscono alle strutture private convenzionate superiore alla tariffa nazionale, la differenza resta a carico dei bilanci regionali.

La tariffa regionale la quota che la regione riconosce a chi eroga la. Nel caso delle strutture pubbliche questa cifra un riferimento di bilancio, che serve anche ai controlli sulla gestione delle Asl. Al contrario, per ospedali e laboratori di analisi privati accreditati, le tariffe corrispondono al prezzo effettivo che la regione paga e che teoricamente dovrebbe basarsi solo sui costi di produzione.

Teoricamente, appunto. Nelcon lintroduzione dei Lea Livelli essenziali di assistenza si ristretto l'elenco delle prestazioni passate dal Servizio sanitario nazionale. Le regioni che vogliono garantire ai cittadini le stesse prestazioni di prima, o addirittura aggiungerne altre, sono libere di farlo ma devono attingere a risorse proprie. Ci ha portato a una differenziazione sempre pi marcata dei costi e dei servizi offerti dalle diverse regioni.