La moglie che parte a bevanda

TOP 5 Scherzi Finiti VERAMENTE MALE! #3

Prevenzione di alcolismo in istituzioni educative unora di classe

Mentre i ragazzi preferirono di andare a tuffarsi in piscina io e mia moglie ci sdraiammo al sole dopo averci spalmato della crema per proteggerci dai raggi solari. Non ho potuto farne almeno di confidarle il mio stato di eccitazione a vederla senza reggiseno e le la moglie che parte a bevanda di alzarsi e fare un giro con le tette di fuori, per mostrasi meglio e farmi provare ulteriori brividi che il nostro stanco rapporto di coppia, sposata da parecchio tempo, ci la moglie che parte a bevanda fatto dimenticare.

Chi sa gli uomini come ti mangeranno con gli occhi? E che pensieri indecenti che gli ispirerai? Vuoi farmi scambiare per una puttana?

Mi disse lei, ma io continuai ad insistere spiegando le mie buone ragioni. Sai non sapevo che la gelosia dei giovani uomini invecchiando si trasforma i voyeurismo, spero che non mi diventi maniaco sessuale. Ma fattosi tardi risalimmo in camera insiemi ai nostri figli, per lavarci e prepararci per poi andare nella sala ristorante per cenare, non dimenticando le sensazioni nuove provate poco prima in spiaggia.

Alla fine della cena rientrammo nella nostra stanza per lavarci i denti e prepararci per trascorrere la nottata con le attrazione che il villaggio ci offriva. In una terrazza del residence la moglie che parte a bevanda chitarrista molto bravo anche a cantare stava svolgendo il quiz del musichiere. Continuando per i viali incontrammo un teatrino con degli intrattenitori, persone che giocavano sotto i riflettori nei vari la moglie che parte a bevanda da tennis ed altri nei mini golf.

Ma poiché a noi piace tanto ballare decidemmo di andare nello spiazzo addebito a discoteca. Subito entrammo in pista e tra la folla e le luci psichedeliche ammiravo ancora oggi la bellezza provocante di mia moglie, dopo due gravidanze e i suoi 40 anni passati. Il suo corto e scollato vestitino bianco evidenziava il suo corpo abbronzato.

Il perizoma rendeva il suo culo e i suoi fianchi femminili al massimo, era veramente uno schianto. Al mio ritorno già a distanza notai che stava bevendo qualcosa in compagnia di un ragazzo sicuramente più giovane di lei. E incuriosito della sua facilità a fare amicizia mi attardai ad avvicinarmi a loro. La fila al bar non aveva mai termine e io, con un pizzico di gelosia, ma con la speranza nascosta che succedesse qualcosa, guardavo sempre verso mia moglie che parlava con quel ragazzo ridendo e scherzando.

Io intanto, preso dalla gelosia, cominciai a spingere e farmi posto per tornare al più presto da mia moglie, ma quando guardai nuovamente dalla parte di Simona rimasi sconvolto: il ragazzo stava baciando in piena bocca la mia dolce mogliettina la quale stava rispondendo ardentemente al bacio, accarezzando la nuca, le spalle e il petto del ragazzo. Non credevo ai miei occhi, mi tremavano le gambe, brividi di freddo gelavano e scuotevano il mio corpo, i bicchieri che oramai, dopo tanta attesa, avevo in mano sgocciolavano tanto era il tremolio.

Non sapendo cosa fare mi incamminai lentamente verso quella parte, senza perdere di vista la scena che si presentava ai miei occhi increduli. Adesso lui stava palpando i seni e le aveva infilato una mano in mezzo le cosce, le strusciava il cazzo nel gamba quasi tutta scoperta e continuava a baciarla in bocca con scambi di lingua, poi sul collo e nella scollatura dove lasciava intravedere il suo generoso seno.

Arrivato al tavolo Simona, come se niente fosse successo, mi presento il ragazzo che gentilmente le aveva offerto da bere e le aveva fatto compagnia in mia assenza.

Sai è stato proprio molto gentile e carino con me, mi ha offerto da bere ed io per riconoscenza gli ho dato un bacio, appagando la sua tenera richiesta. Non sarai mica geloso? Dopo una stretta di mano cominciammo a bere e a parlare delle solite cose. Non la moglie che parte a bevanda la sentivo di fare una scenata anche perché Matteo si mostrava sereno e per nulla imbarazzato come un bravo ragazzo che non ha fatto niente di male.

Simona si comportava normalmente, ed io sentivo dentro di me rodermi per la gelosia e nello stesso tempo una incredibile eccitazione che non riuscivo a spiegarmi, malgrado i buoni propositi e le discussioni fatte in spiaggia con lei. Fare la parte del marito cornuto che ha la moglie bella e desiderabile mi stava proprio piacendo, e in la moglie che parte a bevanda momento capii che desideravo vedere scopare Simona con quel ragazzo più di ogni altra cosa.

La prima cosa che mi venne in mente fu di dire a Matteo e a Simona di continuare pure da soli poiché dovevo andare in bagno, poi mi allontanai e mi nascosi dietro una colonna per guardare cosa sarebbe successo. E incredibilmente, invece di arrabbiarmi per quello che vedevo, mi eccitavo sempre più.

Nascosto dietro la colonna spiavo i due con il cazzo che aveva raggiunto proporzioni ragguardevoli. Matteo si butto subito sopra di lei baciandola ardentemente in bocca, mentre con una mano si era insinuato nella scollatura, frugando e toccando quelle magnifiche tette che fino a quel momento erano state solo mie.

Ero talmente eccitato che, con la complicità del buio, cominciai a toccarmi il cazzo che non ne poteva più. Simona aveva uno sguardo languido e mi disse che si stava divertendo un sacco e che avremmo dovuto frequentare le discoteche più spesso, lasciando alludere la voglia che aveva di scopare con quel ragazzo. Piano in un orecchio gli sussurrai che ero felice di vederla contenta e soddisfatta. Su dai confessamelo, siamo amici no? Di me puoi fidarti. Era eccitato? Ha il cazzo bello grosso?

Poco fa quando vi ho trovato insieme sono stato gelosissimo, ma nello stesso tempo ho dovuto ammettere che ero anche eccitatissimo a vedervi abbracciati. Se vuoi puoi scopartelo, a me farebbe piacere sai? Vedrai che scopate che ci faremo dopo, pensando la moglie che parte a bevanda raccontandoci questa avventura tanto eccitante.

E le la moglie che parte a bevanda una mano tra le cosce pure io costatando la sua eccitazione. Ballavano molto vicini e ogni tanto lei gli passava la mano nei capelli e lui le dava dei bacetti sul collo o sulla bocca, la moglie che parte a bevanda come non mai da quella scena e complice del buio che mi circondava cominciai a masturbarmi dentro i pantaloni. Io mi raccomandai a Matteo di non lasciarla sola mentre io sarei mancato e lui mi rispose di non preoccuparmi che la stavo lasciando in buone mani.

Io ben nascosto avevo ripreso a toccarmi il cazzo e a godere dalla vista di mia moglie nelle braccia di un altro. Ero sul la moglie che parte a bevanda di schizzare la mia sborra negli slip che i due si parlarono fitto, fitto e andarono via dalla pista mano nella mano.

Poi mano con la mano si diressero verso le sdraio, aprirono un lettino e attaccati con un bacio si sdraiarono insieme. Mi avvicinai per migliorare la mia visione, facendo attenzione di non fare rumore e di rimanere ben nascosto. Cheeee… bello che è, è la prima volta, sai, che faccio le corna a mio marito, sono brava? Scopo bene? Cosa ne pensi? Sei la femmina più eccitante e più calda che io abbia mai incontrato.

E a te piace il mio cazzo hee…? Ti fa eccitare più di quello di tuo marito? Con il vestito ancora arrotolato sui fianchi, la posiziono in ginocchio davanti a lui, le tolse il perizoma e sistematosi meglio dietro di lei la infilzo alla pecorina facendola sussultare. Iniziarono a scopare di nuovo con un lento via vai che a poco a poco prese forza e velocità con colpi sempre più violenti, sferrati con la passionalità irrazionale da istinti animaleschi.

Lei spingeva il culo verso di lui per farsi sventrare da quel cazzone che la stava scopando come da tempo non era più abituata.

Siiiii che bello, vengo, si vengo, ancora amore, si ancora, mi stai facendo mori bastardo. Ricompostomi, cercando di rientrare di nuovo il cazzo nei pantaloni, che nel frattempo era diventato nuovamente duro, mi affrettai a tornare in discoteca e di attendere il loro ritorno. La baciai annusando i suoi odori e continuando a guardarla compiaciuto della sua bellezza e innamorato più che mai le raccontai che mi ero eccitato tanto a vederli ballare stretti, stretti la moglie che parte a bevanda che mi sarebbe piaciuto sapere cosa avessero fatto durante la mia assenza.

Ma per paura di sciupare tutto non la contraddisse e non la forzai più di tanto nel suo racconto. Sperando che lei capisse che non doveva avere paura di dirmi la verità, poiché solo con la lealtà avremmo potuto diventare una coppia veramente libera e affiatata che avrebbe condiviso con complicità i piaceri del sesso proibito e della trasgressione.

Le dissi che non mi importava nulla se era sudata e continuai a baciarla, sentendo nella sua bocca un miscuglio di odori mascolini, sicuramente perché aveva preso il cazzo di Matteo anche in bocca. Cominciai a spogliarla e poi le infilai una mano sotto le mutandine fradice di sperma e di umori, le dita si infilavano con una facilità impressionante e sentivo sui polpastrelli la vischiosità dello sperma, cosa che mi ha mandato completamente fuori di testa. Sei una gran fica, una donna bellissima, la mia gioia ti amo.

Sai mi piacerebbe tanto se tu questa sera mi avesse fatto le corna. Lo hai spompinato? Dai Simona non la moglie che parte a bevanda paura io sono tuo amico a me puoi dirlo e poi guarda come mi ha fatto eccitare questa storia, non ti basta? Amore mio che bello, sto impazzendo dal desiderio di sapere tutto suuu. Ha voluto che glielo succhiasse e poi mi ha scopato con una furia da cavallo.

Sssii… amore mi sono fatta chiavare come una ninfomane, non capivo più niente. La vita è breve e bisogna gustarsi tutte le sensazioni e i piaceri che offre.

E dimmi ancora ti è piaciuto fare la donna la moglie che parte a bevanda libera da ogni tabù? Sssiii… amore sai ha un cazzo enorme ed io gli ho fatto pure una spagnola, poi voleva infilarmelo anche nel culo ma io non ho voluto. Siii… adesso fottimi tu amore si più forte che sto venendo ancora una volta. Vuoi che chiamo pure te figlio mio, ti eccita pensare di scopare con tua madre, bella e integerrima donna ma bisognosa di orgasmi come la più calda delle puttane. Si amore chiavami, scopami, fottimi a fai godere bene, bene la mammina.

Ssssiiii…… ummmm… vengo godo. Sono le tue prime corna amore mi merito un regalo sai, dovrai premiare la tua troia che ti la moglie che parte a bevanda tanto. Il suo corpo ancora caldo e ben riempito dal suo amante di passaggio mi inebriava, mi esaltava mi faceva sentire quel maschio che da tempo non ero più, e le esplosi tutto il mio piacere dentro la sua fica a suggello della nostra amicizia e dalla passione del sesso che da oggi avremmo condiviso rafforzando sicuramente il nostro rapporto di coppia.

Sito web. Ultimi racconti erotici pubblicati A caccia di uccelli Apri la bocca Le parole che vorrei dirti Fai attenzione agli uomini Laurea in Scienza della Prostituzione. Share Facebook Twitter Pinterest. Mi piace scrivere racconti erotici perché esprimo i miei desideri, le storie vissute e quelle che vorrei vivere.

Condivido le mie esperienze erotiche e le la moglie che parte a bevanda fantasie Racconto precedente Ida. Racconto successivo Aldo ed Elisa. Lascia un commento Annulla risposta Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Commento Nome Email Sito web.

I più bei racconti erotici: www. Siamo online dal info erzulia.